fbpx

Blog

Quando è davvero utile mandare mio figlio a ripetizioni?

Difficilmente sentirete dire a vostro figlio: “ho preso un brutto voto in matematica, forse avrei bisogno di qualche lezione privata.”
Sta alla figura del genitore, quindi, cogliere certi segnali e riuscire a capire quando è giunta l’ora di far aiutare il proprio figlio da un insegnante privato.

Talvolta bastano poche ore di lezione se lo studente è lacunoso su qualche argomento in particolare, per altri, invece, le ripetizioni possono trasformarsi in un impegno quotidiano per sviluppare un metodo di apprendimento che possa renderlo autonomo nello studio e nello svolgimento dei compiti: il cosiddetto DOPOSCUOLA.

Dopo quanto detto, pertanto, può essere davvero molto utile mandare proprio figlio a ripetizione quando presenta una difficoltà in qualche materia specifica o si deve preparare per recuperare un debito o, ancora, se hanno affrontato a scuola un argomento a loro particolarmente ostico e sentono il bisogno di ripetere ciò che hanno studiato con qualcuno che conosce bene la materia.
Anche nel caso in cui i figli vengano lasciati da soli a svolgere i propri compiti, magari non siete in grado di seguirli per esigenze lavorative, può rivelarsi essere una buona idea mandarli a lezione per assicurarsi che i compiti per casa vengano portati a termine nella maniera corretta.

Talvolta, però, quella di mandare proprio figlio a ripetizione potrebbe non essere la scelta più giusta per lui e per le sue esigenze, soprattutto se ci troviamo di fronte a ragazzi DSA o con bisogni educativi speciali. In questo caso occorre essere certi di rivolgersi a chi ha una formazione specifica in merito.
A tal proposito, il Centro studi Eclipse si avvale della collaborazione di docenti formati e certificati in modo da garantire la massima professionalità ed una tipologia di insegnamento che consenta all’alunno di trarne i dovuti benefici.