fbpx

Blog

La scuola del futuro – vantaggi e svantaggi che porta l’utilizzo della tecnologia negli istituti

Siamo nell’era del digitale, dobbiamo prenderne atto e anche la scuola deve andare al passo con i tempi.
Per i bambini e i ragazzi di oggi è facile accedere ai sistemi tecnologici di informazione e comunicazione già prima dell’età scolastica e il loro modo di apprendere si è velocizzato.

 

 

Quali sono i vantaggi della tecnologia a scuola?

Il primo vantaggio è sicuramente la possibilità che Internet offre agli alunni di integrare i libri di testo e di fare ricerche su molteplici fonti, utilizzando vari strumenti, come smartphone, tablet, lim... I ragazzi hanno accesso a una molteplicità di informazioni e possono condividerle in tempo reale.

Un secondo vantaggio è la preparazione che la scuola offre in rispondenza al mondo del lavoro in cui le competenze digitali sono fondamentali.

Inoltre, la possibilità di integrare lo studio con il linguaggio digitale e cioè attraverso immagini, audio, video e mappe concettuali consente di migliorare e velocizzare l’apprendimento di tutti gli studenti, presentandosi come una risorsa inclusiva anche per gli alunni con disturbi dell’apprendimento.

La didattica si trasforma, passa da “frontale e nozionistica” a “interattiva, sociale e condivisa“.

 

E gli svantaggi?

Lo svantaggio di una formazione veloce, pratica e dinamica può abituare i ragazzi alla superficialità e a una mancanza di approfondimento e di sviluppo del senso critico della ricerca.
La ricerca diviene sempre più immediata e senza sforzo e questo incide sull’esercizio della memoria, le conoscenze acquisite non restano impresse ma rimangono nella mente solo il tempo necessario all’utile.

 

Quindi qual è il giusto compromesso?

La soluzione sta nell’abilità dei docenti di far utilizzare gli strumenti tecnologici nei modi e nei tempi giusti.

Il docente deve essere una guida e deve coordinare le attività di ricerca, aiutando i ragazzi a capire quali fonti siano attendibili o più opportune e a criticare e riflettere sull’utilità e affidabilità dei risultati ottenuti.
L’uso dei dispositivi tecnologici deve essere stimolante e gli obiettivi da raggiungere devono essere ben prefissati dal docente.
Gli strumenti non devono essere utilizzati con automatismo ma è necessario insegnare ai ragazzi a sviluppare un senso critico. Alla fine di ogni lezione è importante animare una discussione tra gli studenti per valutare i risultati e fare una sintesi costruttiva in modo da fissare i nuovi concetti.